Accordo tra Università e Confindustria per le prestazioni del patrimonio edilizio

NewTuscia Umbria – Perugia – La Giunta comunale ha approvato, nel corso della seduta di mercoledì 28 ottobre, l’accordo quadro che sarà siglato a breve tra Comune, Università degli Studi e Confindustria Umbria finalizzato a un’indagine conoscitiva sulle prestazioni del patrimonio edilizio esistente nel territorio comunale.

In particolare, il Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale porterà avanti la ricerca, grazie a due borse di studio di 5mila euro ciascuna, finanziate da Confindustria Umbria, analizzando le documentazioni tecniche che sono presentate allo sportello Edilizia del Comune, in relazione ai benefici fiscali introdotti dal Dl 34/2020 (i cd Superbonus).

 

Le informazioni così ricavate andranno a costituire un data-base sulle prestazioni del patrimonio edilizio cittadino.

“Le agevolazioni previste dal Decreto rilancio ci offrono l’occasione per un’analisi, mai fatta prima d’ora, sullo sviluppo del nostro patrimonio edilizio. –ha spiegato l’assessore all’Urbanistica Margherita Scoccia- Ringraziamo l’Università degli studi e in particolare il Dipartimento di Ingegneria civile e ambientale, e Confindustria per questa iniziativa, che denota una sinergia e una condivisione di intenti e di competenze. D’altro canto –ha concluso Scoccia- l’amministrazione comunale intende favorire lo sviluppo urbano sostenibile della città e questa indagine ci fornirà informazioni interessanti a tal proposito.”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *