Montecastrilli; Furti in discoteca, denunciati due giovani marocchini

Uno trovato in possesso anche di due grammi di marijuana

NewTusciaUmbria – MONTECASTRILLI – La notte scorsa, i Carabinieri della locale Stazione di Montecastrilli, durante vari controlli eseguiti sul territorio, in particolare nei pressi di una nota discoteca estiva del luogo, hanno denunciato in stato di libertà alla competente Procura della Repubblica, due giovani per i reati di “furto aggravato in concorso”.

I giovani, di origine marocchina, rispettivamente di 20 e 23 anni, risultavano entrambi con precedenti.

A subire il furto due persone, la prima vittima del furto, si trovava nei pressi dell’ingresso della discoteca, quando è stata avvicinata da un gruppo di ragazzi, presumibilmente di origine marocchina, che con tono minaccioso hanno intimato di consegnare il portamonete ed il telefono cellulare.

La seconda persona che ha subito il furto, invece, si trovava sulla pista da ballo. Avvicinata sempre da un individuo straniero, che gli diceva qualcosa. Non comprendendo le parole proferite, il malcapitato si sporgeva verso lo sconosciuto e in quel frangente, il male intenzionato, gli strappava dal collo una collana d’oro.

Sul luogo sono intervenuti i Carabinieri, che su indicazioni della Centrale Operativa della Compagnia di Amelia, chiamata da una delle vittime, riuscivano a rintracciare i due malfattori tra gli avventori della discoteca.

Uno dei due alla vista dei militari ha tentato la fuga, ma è stato prontamente bloccato ed identificato.

Lo straniero, ha cercato di disfarsi del cellulare rubato, nascondendolo nei pressi di una vettura in sosta.

Dopo aver eseguito la perquisizione personale, venivano anche rinvenuti il portamonete, vuoto, e 2 grammi di marijuana, che veniva sequestrata e la persona è stata segnalata alla Prefettura di Terni quale assuntore.

L’altra vittima, invece, senza esitazioni ha riconosciuto lo straniero che lo aveva avvicinato all’interno del locale strappandogli la catenina in oro, purtroppo non più ritrovata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *