Gualdo Tadino: focolai di processionaria nel territorio comunale, il sindaco corre ai ripari

NewTusciaUmbria – Gualdo Tadino – Il Sindaco di Gualdo Tadino Dr. Massimiliano Presciutti, a causa della preoccupante prolificazione della processionaria del pino, che rappresenta un rischio di carattere sanitario sia per gli individui che per gli animali domestici, ha emanato la seguente ordinanza.

  • A tutti i proprietari di aree verdi e/o agricole ed agli amministratori di condominio che abbiano in gestione aree verdi private sul territorio comunale, di effettuare tutte le opportune verifiche ed ispezioni sugli alberi a dimora nelle loro proprietà, al fine di accertare la presenza dei nidi di Processionaria del Pino (Traumatocampa pityocampa),Processionaria della Quercia (Thaumetopoea processionea) e di Euprottide(Euproctis chysorrhoea – Linnaeus).
  • Dette verifiche dovranno essere effettuate con maggiore attenzione sulle specie di alberi soggette all’attacco degli infestanti;
  • Tutte le specie di pino e di quercia ed in particolare pino silvestre (Pinus sylvestris), pino nero (Pinus nigra), pino strobo (Pinus strobus) per la Processionaria;
  • Tutte le specie arboree ed in particolare quercia, olmo, carpino, tiglio, salice, castagno, robinia e piante da frutto per l’Euprottide.
  • Nel caso si riscontrasse la presenza dei nidi della processionaria e/o dell’euprottide, si dovrà immediatamente intervenire con la rimozione e la distruzione degli stessi e con l’attivazione della profilassi, rivolgendosi a ditte specializzate.

E’ fatto divieto assoluto di depositare rami con nidi di processionaria o euprottide sulla pubblica via e di conferire gli stessi allo smaltimento tramite i servizi di nettezza urbana, nonché di trasportarli presso l’Ecocentro comunale

  • Le spese per gli interventi suddetti sono a totale carico dei proprietari interessati;
  • Ai sensi dell’art.7-bis del D.Lsg 267/2000 i trasgressori saranno puniti con una sanzione amministrativa da un minimo di Euro 25,00 ad un massimo di Euro 500,00.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *