Todi: giornata della memoria, conferita medaglia d’onore a Oreste Tomassi

NewTusciaUmbria – Todi – L’amministrazione comunale i Todi, oggi 27 gennaio, nel giorno della memoria, ha voluto rilasciare il seguente comunicato stampa.

77 anni fa, proprio il 27 Gennaio 1945, i cancelli del campo di concentramento di Auschwitz furono abbattuti dalla Armata Rossa, che entrò, primo esercito a farlo, nel campo di sterminio.

Avendo i Nazisti costretto la maggior parte dei prigionieri a marciare verso ovest (in quelle che sarebbero poi divenute famose come “marce della morte”), i soldati Sovietici trovarono, ancora vivi, solo alcune migliaia di prigionieri emaciati e sofferenti, insieme a molte prove degli assassinii di massa compiuti ad Auschwitz.

I Tedeschi in ritirata avevano distrutto la maggior parte dei magazzini del campo, ma in quelli rimasti in piedi i Sovietici trovarono gli oggetti personali delle vittime: scoprirono, ad esempio, centinaia di migliaia di abiti maschili, più di 800.000 vestiti da donna e più di 6.000 chili di capelli.

In quel momento veniva svelato al mondo l’orrore che si era compiuto.

Per non dimenticare lo sterminio di un intera popolazione il 27 gennaio si celebra il Giorno della Memoria, che ha lo scopo di ricordare la Shoa, le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subito deportazione e morte, e coloro che si sono opposti al progetto di sterminio e a rischio della propria vita hanno salvato altre vite.

In questa occasione, il Sindaco di Todi Antonino Ruggiano ha partecipato, in rappresentanza del Comune di Todi, presso la Prefettura di Perugia, alla cerimonia di consegna delle Medaglie d’Onore conferite dal Presidente della Repubblica ad undici cittadini della provincia di Perugia quali “deportati o internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto per l’economia di guerra”.

Fra i cittadini onorati del riconoscimento c’è anche un cittadino di Todi, Oreste Tomassi, nato nel 1922 a Montecastello di Vibio, ma residente nel nostro comune, nella frazione di Pantalla.

A ricevere a medaglia è stata la nipote, Camilla Todini, attuale Presidente della Sezione tuderte dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia, che ha voluto ricordare il nonno con parole sentite e toccanti.

Nell’onorare il nostro concittadino, il nostro pensiero va ai milioni e milioni di deportati, che condivisero la tragedia del popolo ebraico, oggetto di un progetto di sterminio che, ancora oggi, lascia attoniti, senza parole.

Contemporaneamente, nella nostra sala del Consiglio Comunale si è tenuta una commovente commemorazione, grazie ai contributi di Gianni Scipione Rossi (Vice presidente Fondazione Ugo Spirito e Renzo De Felice, Consigliere Istituto Abruzzese per la Storia della Resistenza e dell’Italia Contemporanea), di Marco Petrelli (Giornalista e scrittore) e di Giovanni Pace, Presidente del Rotary Club Todi e Docente di Storia.

La giornata di oggi è anche l’occasione, per la nostra amministrazione, di esser vicini al popolo ebraico ed allo Stato di Israele, che, con tutti i problemi ancora irrisolti che deve affrontare, rimane l’unico baluardo di democrazia compiuta nel vicino medio oriente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *