San Gemini: “accensioni ed esplosioni pericolose” e “porto di armi ed oggetti atti ad offendere”

NewTuscia – SAN GEMINI – Nella mattinata di oggi a San Gemini, a conclusione di una mirata attività d’indagine, i militari del locale Comando Stazione Carabinieri hanno deferito in stato di libertà alla competente Procura della Repubblica di Terni, rispettivamente per i reati di “accensioni ed esplosioni pericolose” e di “porto di armi ed oggetti atti ad offendere”, un giovane ternano 22enne, già noto alle Forze dell’ordine, ed un secondo ragazzo di 25 anni, sempre originario del capoluogo umbro ed anch’egli già noto alle Forze dell’ordine.

I due si rendevano autori dei reati sopra indicati la notte a cavallo tra il 25 ed il 26 settembre dello scorso anno allorquando manifestavano, con cori offensivi e minacciosi, all’indirizzo della squadra di calcio della SPAL di Ferrara in atto alloggiata presso il Grand Hotel di San Gemini in attesa dell’incontro di calcio TERNANA-SPAL valevole per il campionato di calcio di serie “B” 2021-2022. Nell’ambito della medesima indagine, i militari di quel Comando Stazione hanno altresì inoltrato alla locale Questura una proposta per l’irrogazione della misura del “divieto di accesso alle manifestazioni sportive” (cd d.a.spo) nei confronti di 9 persone, poiché ritenute responsabili di aver incitato, inneggiato ed indotto alla violenza nell’occasione della manifestazione sportiva di cui sopra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *