Provincia Terni, Consiglio approva proposta emendamenti patti parasociali Umbria TPL e Mobilità spa

NewTuscia Umbria – TERNI – Il Consiglio provinciale di Terni ha approvato stamattina a maggioranza la proposta di emendamenti presentata dal consigliere Valdimiro Orsini (Pd) in merito al punto unico all’ordine del giorno avente ad oggetto “Autorizzazione alla firma della bozza di patti parasociali da sottoscrivere tra i soci di Umbria TPL e Mobilità spa.

Questi gli emendamenti ai patti parasociali:

Art. 4, comma 2 “Le parti si impegnano a consultarsi preventivamente su tutti gli argomenti posti all’ordine del giorno dell’assemblea dei soci di Umbria TPL e Mobilità spa”.

Art. 5 comma 3 “Il Comitato di coordinamento è validamente costituito con la presenza della maggioranza dei soci. Le deliberazioni sono assunte con la maggioranza dei 2/3 dei componenti”.

Art. 4, comma 3 “I soci si impegnano a votare l’amministratore unico designato in accordo con la Regione e si impegnano, altresì, affinché nelle detenute da Umbria TPL e Mobilità spa l’amministrazione venga affidata ad amministratori unici designati in accordo con la Regione”.

Art. 4, comma 4 “I componenti del collegio sindacale sono nominati secondo le disposizioni dello statuto”.

Il quinto emendamento da infine dà mandato “al presidente della Provincia per autorizzazione liquidatore, in sede di assemblea dei soci dell’Azienda trasporti consorziali spa, in liquidazione, alla sottoscrizione di patti parasociali quale socio di Umbria TPL e Mobilità spa.

Il presidente, Giampiero Lattanzi, ha dichiarato: “L’approvazione degli emendamenti segue quella dell’ordine del giorno del febbraio 2020 nel quale si ribadiva la necessità di essere presenti nei processi decisionali. Ritengo opportuno aver votato l’atto oggi per confermare il nostro orientamento a difesa del territorio provinciale ternano e per cercare di incidere su una politica di mantenimento dell’integrità dei servizi di trasporto pubblico. L’obiettivo è quello di mantenere, all’interno del quadro regionale di cui dobbiamo comunque tenere conto, un ruolo di riferimento per i cittadini sia come Provincia che come amministrazioni locali”.

Federico Novelli (Psi) ha sottolineato la necessità di “arginare i localismi e delineare la Provincia come cardine di una corretta politica del territorio a difesa dello stesso e di un servizio fondamentale come il trasporto pubblico”.

Gianni Daniele (Lega) ha posto l’accento sul ruolo della Regione. “E’ di garanzia per tutti”, ha dichiarato. “Se si guarda infatti all’aspetto istituzionale – ha aggiunto – la quota di oltre il 27 per cento detenuta dalla Regione è un elemento che configura l’ente come rappresentante di tutti i territori, poiché la Regione svolge anche tale ruolo”.     (Ptn 90/21   12.26)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *