Palazzo Petrignani di Amelia riapre le sue splendide sale al pubblico dopo il restauro

L’apertura ai visitatori dopo l’inaugurazione con il concerto di Cristiana Pegoraro e la consegna del Leone d’argento alla carriera a Luca Manfredi

NewTuscia Umbria – AMELIA – A partire da venerdì 2 luglio Palazzo Petrignani riapre le sue porte al pubblico e torna così a far parte del percorso museale della città di Amelia e del circuito Umbria Terre e Musei. Nel mese di luglio le splendide sale possono essere ammirate dalle 10.30 alle 13 e dalle 15.30 alle 18 il venerdì, il sabato, la domenica, nei giorni festivi e prefestivi.

La cerimonia di inaugurazione si è tenuta martedì 29 giugno nella bellissima Sala dello Zodiaco. Ricco il programma dell’evento che ha visto succedersi il concerto “Note e racconti: Rossini, Beethoven e Chopin” della pianista Cristiana Pegoraro e la consegna del Leone d’argento alla carriera all’attore Luca Manfredi.

I lavori appena conclusi hanno riguardato il restauro della facciata prospiciente su via del Duomo, il rifacimento di due servizi igienici, la sostituzione delle finestre e il restauro delle porte interne e del portone. Nel Salone dello Zodiaco è stato invece realizzato il nuovo impianto di condizionamento. I lavori, seguiti dall’Ufficio Tecnico comunale e dalla Soprintendenza, rappresentano il primo importante passo per rendere Palazzo Petrignani sempre più accogliente e funzionale. Due i finanziamenti pubblici ottenuti per l’opera appena conclusa: il primo da 100.000 euro e il secondo da 45.000.

Con la fine dell’intervento, il bellissimo palazzo torna così a poter essere completamente ammirato dai cittadini e dai tanti visitatori che approdano ogni anno ad Amelia per vedere le Cisterne Romane, le collezioni del Museo Archeologico e della Pinacoteca e ora nuovamente anche gli affreschi del palazzo che sono di grandissimo valore artistico. Palazzo Petrignani venne eretto nel 1571 su progetto dell’architetto Ottaviano Mascarino, per volontà di Fantino Petrignani.

Per informazioni e prenotazioni: amelia@sistemamuseo.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *