Maltempo – E-distribuzione con tecnici al lavoro per ripristino servizio in Valnerina

NewTuscia Umbria – PERUGIA – La copiosa nevicata che ieri si è riversata sull’Appennino umbro, con particolare riferimento alla Valnerina, ha provocato anche danni alle linee elettriche per la caduta di alberi e piante ad alto fusto – situati al di fuori delle fasce di rispetto dagli elettrodotti – che hanno causato alcuni disservizi a macchia di leopardo nei territori montani.

 

Le aree maggiormente impattate sono alcune frazioni e le zone più isolate nei territori comunali di Monteleone di Spoleto, Poggiodomo, Cascia, Cerreto di Spoleto, Preci, Santa Anatolia di Narco, Norcia. In tutte le circostanze, si tratta di gruppi di utenze circoscritti e sparsi dal punto di vista geografico, per un totale di circa 2.300 utenze nella provincia di Perugia.

 

E-Distribuzione, la società del Gruppo Enel che gestisce la rete elettrica di media e bassa tensione, anche in considerazione delle dichiarazioni di allerta emanate dalle Autorità competenti, sta effettuando già da ieri interventi di ripristino nelle aree interessate con una task force dedicata, composta da oltre 100 persone tra tecnici e operativi. Sono già state eseguite manovre in telecomando che hanno consentito di rialimentare diversi gruppi di utenze. Le operazioni sul posto consistono nella “ritesatura” dei cavi elettrici abbattuti e nella posa di gruppi elettrogeni, laddove le riparazioni siano particolarmente complesse e richiedano tempi più lunghi. Sono stati già stati messi a disposizione o movimentati oltre40 gruppi elettrogeni.

 

In alcuni casi i piani di lavoro sono resi più complicati dalla difficile accessibilità dei luoghi di intervento: a questo proposito, l’azienda elettrica è in contatto con la Regione Umbria, la Prefettura, i Sindaci dei Comuni coinvolti e le strutture di Protezione Civile regionale, provinciale e comunali che stanno operando per liberare le strade. La tempistica dei ripristini dipenderà anche dalla disponibilità delle vie di comunicazione secondarie, utili a raggiungere le aree in cui si trovano le linee elettriche danneggiate. E-Distribuzione conta comunque di riportare la situazione alla normalità entro la giornata, salvo peggioramento delle condizioni meteo ed eventuali situazioni specifiche. Il lavoro proseguirà fino al pieno ripristino del servizio elettrico, operando nel rispetto delle procedure di sicurezza che questi delicati interventi richiedono.

 

E-Distribuzione ricorda che per segnalazioni e guasti è utile contattare il numero 803.500, indicando il codice POD (nel formato IT001E…) della propria utenza riportato nella bolletta elettrica. È possibile, inoltre, ricevere informazioni anche sui canali social facebook e twitter di E-Distribuzione nonché sul sito web www.e-distribuzione.it dove, nella sezione “interruzione di corrente”, è disponibile la “mappa delle disalimentazioni” che fornisce dati in tempo reale sullo stato della rete elettrica. Infine, è utile registrarsi a e-Notify (https://www.e-distribuzione.it/servizi/Pratiche-e-comunicazioni/e-notify.html), il servizio che consente di ricevere ​comunicazioni e avvisi tramite sms, email o contatto telegram su eventuali interruzioni di corrente per lavori programmati di manutenzione previsti nell’area geografica in cui si trova la propria fornitura, sullo stato di avanzamento delle pratiche o su interventi di tecnici in loco.

L’aggiornamento successivo alle 22:00 ci informa che:

La situazione è in via di risoluzione, nella serata e nella nottata saranno effettuati ulteriori interventi che, anche attraverso l’installazione di ulteriori gruppi elettrogeni, consentiranno di procedere verso il completo ripristino del servizio elettrico, salvo situazioni singole e specifiche che verranno gestite caso per caso. Attualmente, le ultime operazioni si stanno svolgendo nelle zone più isolate dei territori comunali di Cascia, Monteleone di Spoleto, Sellano e Cerreto di Spoleto. Il lavoro proseguirà fino al pieno ripristino del servizio elettrico, operando nel rispetto delle procedure di sicurezza che questi delicati interventi richiedono.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *