Imprese Umbria, da aprile a giugno 2021 904 aperture in più rispetto al II trimestre 2020

NewTuscia Umbria – PERUGIA – “I numeri sono chiari – afferma Giorgio Mencaroni, presidente della Camera di Commercio dell’Umbria, di fronte ai  dati appena usciti  sulla nati-mortalità delle imprese umbre per il secondo trimestre di quest’anno”.  “Le iscrizioni di nuove imprese hanno ripreso a salire a buon ritmo: da aprile a giugno 2021 sono state costituite in Umbria 1.265 imprese. Solo poco più della metà – 650 imprese – nello stesso periodo hanno  chiuso i battenti,   portando il saldo in territorio positivo  per un soddisfacente  più 615 unità”.

“Il buon andamento della creazione di nuove imprese – nota il Presidente Mencaroni – appare stimolato dal migliorato clima di fiducia delle imprese,  passato, certifica Istat,  da un indice di 87,9 a gennaio ’21 a uno di 112,8 registrato a fine giugno ’21”.

“L’incremento delle iscrizioni del II trimestre ci riavvicina ai valori pre-pandemia, anche se – afferma il Presidente Mencaroni – è senz’altro troppo presto per parlare di ritorno alla normalità”.

Dati che emergono dall’analisi trimestrale Movimprese, condotta da Unioncamere e InfoCamere, sui dati del Registro delle Imprese delle Camere di Commercio, illustrati stamane dal Presidente della Camera di Commercio dell’Umbria Giorgio Mencaroni.

Nel complesso, le aperture di nuove imprese tra aprile e giugno  ’21 hanno toccato in Umbria le 1.265 unità, valore che segna un deciso rimbalzo (+40%) rispetto alle 904 iscrizioni  registrate nel II trimestre del 2020.

Questi numeri portano  il tasso di crescita dell’Umbria sullo  0,65%,  sotto una media nazionale dello 0,74, ma anche sotto quella del Centro Italia dello 0,76%. Da considerare che con il tasso di crescita allo 0,65, l’Umbria nella circoscrizione Centro Italia fa meglio delle Marche ferme allo 0,53, ma resta sotto il Lazio, 0,85%  e Toscana, 0,74.

La ripresa della natalità imprenditoriale si sta sviluppando in maniera piuttosto omogenea nelle province di Perugia e Terni, entrambe con il segno più.

In provincia di Terni nel secondo trimestre ’21 il tasso di crescita raggiunge lo 0,89, tra i più alti su base provinciale, con 347 nuove aperture, 153 chiusure, un saldo positivo di 194 unità e stock al 30 giugno ’21 di 22.108 imprese.

In provincia di Perugia nello stesso II trimestre, tasso di crescita allo  0,58%, 918 nuove iscrizioni, 497 chiusure, per un saldo positivo di 421 unità, Stock al 30 giugno ’21 di 72.490 imprese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *