Il Piccolo Tradizionale: le tradizioni che ci sono più mancate o che abbiamo riscoperto durante il lockdown

NewTuscia Umbria – PERUGIA – Le tradizioni che ci sono più mancate o che abbiamo riscoperto durante il lockdown è il tema che viene ripreso nel prossimo appuntamento del “Piccolo Tradizionale” giovedì 8 luglio 2021 alle 17,30 alla biblioteca Villa Urbani con il patrocinio del Comune di Perugia e con la partecipazione dell’associazione “il Profumo dei tigli”.

Un incontro, con la partecipazione della giornalista e scrittrice Maria Cristina Latini, dedicato a partecipanti di tutte le età, compresi i bambini, volto alla riscoperta delle più sentite tradizioni; un’occasione per stimolare la comunicazione e il dialogo fra le persone in un’ottica di solidarietà intergenerazionale, nel quale durante il dialogo si propone ai partecipanti di realizzare dei manufatti che potranno essere successivamente esposti.

Le tradizioni che ci sono mancate di più durante il lockdown, quelle alle quali non vorremmo più rinunciare o quelle che, durante il periodo delle restrizioni, abbiamo potuto riscoprire. Un’occasione durante la quale descrivere, disegnare, trascrivere quelle piccole grandi tradizioni che, con i gesti, con il senso dell’attesa e con le attenzioni che le compongono, “trasportano” un bagaglio fatto di emozioni che stimolano l’interazione e il benessere.

Incontro gratuito rivolto a partecipanti di tutte le età.

È preferibile prenotare scrivendo a  oppure a ipt@ilpiccolotradizionale.it o telefonando alla biblioteca Villa Urbani.

L’incontro si svolge in biblioteca in osservanza di tutte le disposizioni vigenti in merito al contrasto al Covid-19.

“Il Piccolo Tradizionale” è il titolo di una serie di iniziative itineranti finalizzate alla riscoperta delle più sentite tradizioni locali e del nostro Paese, ma anche di altri luoghi e paesi. “Il Piccolo Tradizionale” vuole essere un’occasione per stimolare la comunicazione, il dialogo e la cooperazione fra le persone in un’ottica di solidarietà intergenerazionale.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *