Contributo sisma 2016, le manifestazioni di volontà a richiederlo attraverso la piattaforma telematica del commissario

NewTuscia Umbria – PERUGIA – Il sindaco Andrea Romizi rende noto che, come disposto dalle ordinanze 111/2020, art. 9, 117/2021, art. 7, e 121/2021, art. 2 emesse dal Commissario Straordinario del Governo per la ricostruzione nei territori dei Comuni delle Regioni di Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria interessati dall’evento sismico del 24 agosto 2016, tutti i cittadini che non hanno ancora presentato la richiesta di contributo sisma 2016 all’Ufficio Speciale per la Ricostruzione sono tenuti a presentare una manifestazione di volontà a richiedere il contributo sisma, pena decadenza dal diritto al contributo stesso, entro il giorno 15 dicembre 2021.

La manifestazione di volontà va presentata per tutti gli edifici che hanno subito danni gravi, compresi quelli che si trovano in zona rossa, perimetrata o destinati alla delocalizzazione.

La stessa deve essere inoltrata unicamente attraverso la piattaforma telematica del Commissario Sisma, e può essere avanzata dai proprietari o loro delegati, compresi gli amministratori di condominio e i presidenti di consorzio, ovvero il professionista incaricato del progetto.

Il modulo telematico per inviare la Manifestazione di volontà è presente sulla piattaforma del Commissario Sisma, al seguente indirizzo: http://gedis i.sisma2016.gov.it dove sono disponibili anche il manuale di compilazione e le risposte alle domande più frequenti.

Per accedere alla piattaforma e compilare la richiesta è necessario possedere le credenziali del sistema pubblico di identità digitale SPID.

I dati che occorre conoscere per compilare la Manifestazione di volontà sono:

-estremi identificativi del proprietario o di uno di essi;

-estremi catastali dell’edificio o degli edifici dell’aggregato;

– il numero di unità immobiliari dell’edificio;

-estremi della scheda Aedes, Fast o dell’Ordinanza di inagibilità emessa dal comune;

-il livello operativo presunto dell’intervento (L1-L4 a seconda del danno);

-la superficie complessiva dell’edificio-

La piattaforma calcola in automatico il costo presunto dell’intervento sulla base dei metri quadri segnalati, ma è possibile indicare un valore differente se, ad esempio, sono applicabili eventuali maggiorazioni del contributo. Tale valore è indicato solo a fini statistici e ricognitivi, e non pregiudica in alcun modo l’importo del contributo che sarà riconosciuto all’esito positivo dell’istruttoria sulle richieste inoltrate agli USR.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *