San Venanzo, Primo Maggio, Marinelli: “Festa deve unire su lavoro e ripartenza”

NewTuscia Umbria – SAN VENANZO – “Il Primo Maggio, Festa dei Lavoratori, è una festa che deve unire tutti noi, aldilà di ogni appartenenza politica”. Lo dice il sindaco di San Venanzo, Marsilio Marinelli, in un messaggio nel quale formula i migliori auguri ai cittadini e sottolinea le molteplici difficoltà oggi del mondo del Lavoro. “Sono tali – scrive – anche a causa di questa emergenza sanitaria che ci sta da ormai troppo tempo interessando. Sono certamente comprensibili le ansie, le preoccupazioni di quanti a causa soprattutto della pandemia, vedono a rischio la propria attività economica, il proprio posto di lavoro.

Tuttavia – sostiene Marinelli – non dobbiamo perdere la speranza, certi come siamo, che è nei momenti più difficili che sempre il popolo italiano ha saputo dare il meglio di sé trovando forza dai propri valori e dalle proprie capacità. Anche la nostra comunità di San Venanzo deve essere animata da questa consapevolezza. Come amministrazione comunale, pur nella ristrettezza dei mezzi che possiamo mettere a disposizione – conclude il sindaco – saremo sempre pronti a contribuire ad una “ripartenza” positiva e proficua per tutto il nostro tessuto sociale ed economico”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *