Partita nelle prime ore pomeridiane la vaccinazione volontaria della fascia pediatrica 5 – 11 anni nelle scuole di Perugia

NewTusciaUmbria – Perugia – Sono da poche ore iniziate le prime vaccinazioni volontarie anti Covid19 per la fascia pediatrica tra i 5-11 anni, presso la sala della Fondazione Sant’Anna in Viale Roma, per gli studenti dell’Istituto comprensivo Perugia 3, coordinate dal direttore del Distretto, Alfredo Notargiacomo, in collaborazione con Gianluca Tuteri, medico pediatra e vicesindaco del Comune di Perugia.

“Stiamo cercando di completare la vaccinazione degli studenti, in collaborazione con le scuole e il Comune di Perugia, offrendo una possibilità ulteriore rispetto al punto vaccinale di piazzale Europa e a quello di Solomeo, attivo per i bambini da oggi pomeriggio”, ha spiegato il responsabile della Usl Umbria 1. “I ragazzi da vaccinare nella fascia di età 5-11 anni – prosegue il direttore Notargiacomo – erano 11mila all’inizio della campagna nel solo Distretto del Perugino su circa 50mila in tutta la Regione. Oggi, per la sala della Fondazione Sant’Anna, risultano prenotati circa 40 bambini su oltre 100 posti disponibili”.

Il vicesindaco Tuteri ha ricordato che “il 15 dicembre la Fondazione Post, con il patrocinio del Comune di Perugia, ha organizzato un incontro da remoto per fare chiarezza sul tema dei vaccini nella fascia di età 5-11 anni, con la partecipazione anche del professore Franco Locatelli. Ora siamo partner della Usl per collaborare con i dirigenti scolastici e realizzare punti vaccinali direttamente nelle scuole in modo da aumentare la disponibilità di spazi e tempi per le famiglie”. Tuteri ha anche sottolineato che “aumenta il numero dei ragazzi che contraggono il virus e, di conseguenza, anche i ricoveri nella fascia di età considerata. Nel nostro Distretto abbiamo un numero importante di scolari e le questioni logistiche richiedono tempi più lunghi rispetto ad altri territori. Questa prima giornata sarà quindi utile per definire un protocollo applicabile anche in altri istituti. Speriamo in una crescente adesione. Purtroppo, le prenotazioni a volte non sono rispettate non per colpa delle famiglie, ma delle quarantene che stanno interessando numerosi scolari”.

La preside dell’Istituto comprensivo Perugia 3, Simonetta Zuccaccia, sottolinea: “Credo nell’importanza dei vaccini e che sia fondamentale che le scuole, insieme agli altri enti, agevolino le famiglie consentendo il servizio in loco”.

Domani pomeriggio 2 febbraio, toccherà agli studenti dell’Istituto comprensivo Torgiano – Bettona, la vaccinazione volontaria è programmata presso la palestra della scuola di Torgiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *