Gubbio; imprenditoria locale, nuove convenzioni per i lotti industriali

Per far fronte a crisi e pandemia novità sulle assegnazioni delle aree all’interno dei piani per insediamenti produttivi 

L’assessore Rita Cecchetti: “Un modo per incentivare la ripresa economica e le ricadute occupazionali” 

NewTusciaUmbria – GUBBIO –  Dare un impulso all’imprenditoria locale per consentire l’avvio di nuove attività industriali, con l’obiettivo di incentivare la ricaduta occupazionale nel territorio anche a seguito di una auspicabile ripresa economica: queste le ragioni che hanno spinto l’amministrazione a stipulare una nuova convenzione per l’assegnazione delle aree all’interno dei piani per insediamenti produttivi a Padule e Mocaiana.

A seguito della situazione economica e della crisi finanziaria, ulteriormente aggravata dall’emergenza pandemica legata alla diffusione del virus COVID-19, per le ditte assegnatarie si è infatti rivelato particolarmente complesso adempiere agli obblighi assunti in sede di acquisto delle aree e di stipula delle convenzioni, ragione per cui la maggior parte degli interventi non sono stati attivati. “Il procedimento di revoca dell’assegnazione per il recupero dei lotti inattivati comporterebbe però – come spiega l’assessore al Patrimonio Rita Cecchetti – un notevole esborso da parte dell’Ente, oltre che la ripresa in capo al Comune della proprietà di aree difficili da rivendere, come dimostra la procedura di vendita avviata nell’ottobre 2021. Per questo motivo, al fine soprattutto di consentire agli assegnatari di avviare la propria attività imprenditoriale e di incentivare così la ricaduta occupazionale, agli assegnatari dei lotti verrà offerta la possibilità di avviare l’attività industriale previa stipula di una nuova convenzione”.

Qualora interessati alla nuova stipula, gli assegnatari dei lotti dovranno manifestare la propria volontà entro 60 giorni. Il Consiglio Comunale ha anche deliberato una modifica all’articolo 13 del Regolamento per l’assegnazione delle aree, al fine di ridefinire il prezzo di cessione in maniera più favorevole per gli acquirenti.

Per tutte le informazioni si può chiamare l’Ufficio Patrimonio allo 075.9237302, dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 14 e il martedì e giovedì anche dalle 15 alle 18.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *