Fabro, giunta approva strategia “Rifiuti Zero”

NewTuscia Umbria – FABRO – Raggiungere il traguardo di “Rifiuti Zero” entro il 2027. E’ l’obiettivo dell’amministrazione comunale di Fabro, la cui giunta ha aderito alla strategia che punta alla riduzione drastica della produzione di rifiuti e all’attivazione di politiche ambientali spinte. Nella delibera approvata si fissa l’impegno a farsi da promotore nei confronti dell’Auri regionale affinché vengano messe in atto tutte le misure possibili per il raggiungimento del traguardo prefissato e si solleciti l’ultimazione del centro intercomunale di raccolta in corso di costruzione e nella cui progettazione è prevista l’incentivazione dell’auto conferimento.

La giunta si pone poi l’obiettivo di “incentivare la sensibilizzazione dei cittadini alla riduzione, al riuso e al riciclo dei rifiuti, fissando al 2022 il passaggio alla tariffa puntuale”. “Avviare inoltre un percorso che conduca anche ad una corretta gestione del territorio, alla riduzione dell’impronta ecologica della macchina comunale, alla mobilità sostenibile ed in generale alla incentivazione di nuovi stili di vita”, sono altri puti fondanti della strategia “Rifiuti Zero” che prevede “di attivare ogni utile iniziativa nei confronti degli enti competenti affinché i rifiuti residui prodotti sul territorio comunale non vengano avviati ad incenerimento o avviati “tal quali” a discarica”.

Il Comune chiede inoltre ad Auri di “istituire l’osservatorio “Verso Rifiuti Zero” con i rappresentanti di ciascun Comune, del gestore e delle associazioni che si impegnano, da statuto, per l’attuazione “Rifiuti Zero” con il compito di monitorare in continuo il percorso ed indicando criticità e soluzioni per renderlo verificabile”.   (Ptn 287/21   14.22)

Fabro, apre sabato punto vaccinale a sala polivalente  / FABRO – 13 maggio – E’ stato aperto anche a Fabro il centro vaccinale che inizierà la propria attività sabato prossimo. Il nuovo centro sarà allestito alla sala polivalente di Fabro scalo e sarà gestito dall’Usl Umbria 2 per un massimo di 2 giorni alla settimana. In quelli restanti rimarrà nella disponibilità dei medici di medicina generale. “Ringraziamo le amministrazioni degli altri Comuni dell’Alto Orvietano per aver creduto e sostenuto l’iniziativa, così da soddisfare le esigenze dei territori”, dichiara il sindaco Diego Masella.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *