San Venanzo, covid-19: sostegni per oltre 39mila euro in bando a favore attività commerciali e artigianali

NewTuscia Umbria – SAN VENANZO – Ammontano ad oltre 39mila e 800 euro i contributi a fondo perduto contenuti nel bando del Comune di San Venanzo per il sostegno alle attività danneggiate dagli effetti della pandemia. Lo rende noto il sindaco, Marsilio Marinelli, specificando che le risorse riguardano le spese di gestione sostenute dalle attività commerciali e artigianali per il 2020 e di quelle per l’apertura di nuove attività economiche.

Beneficiarie sono le attività non in stato di liquidazione o di fallimento e non soggette a procedure di fallimento o di concordato preventivo alla data di presentazione della domanda. Le stesse devono essere in regola con gli obblighi tributari nei confronti del Comune di San Venanzo alla data di presentazione della domanda e anche nei confronti degli obblighi in materia contributiva. Per accedere ai fondi devono aver subito almeno un periodo di chiusura nel 2020 a causa della pandemia. Le risorse sono fino a 2mila euro per costi fissi di utenze, rate, acquisto di dispositivi di sicurezza anti covid.

Fino a 3mila e 500 euro invece per ristrutturazione, ammodernamento, ampliamento per innovazione di prodotto e di processo di attività artigianali e commerciali, acquisto di macchinari, impianti, arredi e attrezzature varie, investimenti immateriali, opere murarie e impiantistiche necessarie per l’installazione e il collegamento dei macchinari e dei nuovi impianti produttivi acquisiti.

Sono previsti inoltre sostegni fino a 500 euro per spese sostenute e documentate per investimento in innovazione e-commerce e marketing on line e fino a 5mila euro per tutte le spese funzionali alle attività sostenute e documentate. Per presentare domanda c’è tempo fino al 18 giugno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *