Narni; canile di Schifanoia, “Requisiti conforme a norme”,

l’assesore Silvia Tiberti, replica alle dichiarazioni espresse dalla Lega dopo il sopralluogo  eseguito al canile

NewTusciaUmbria – NARNI –  L’assessore comunale alla sanità e al benessere degli animali, Silvia Tiberti, ha diramato un comunicato nel quale replica alle dichiarazioni della Lega dopo il sopralluogo al canile di Schifanoia. Questo il testo del comunicato: “A seguito del comunicato dell’on. Filippo Maturi, responsabile nazionale del dipartimento benessere animale della Lega, e del consigliere Luca Valigi, responsabile del dipartimento benessere animale della Lega in Umbria, in merito alle degradanti condizioni igienico-sanitarie del Canile privato sanitario e rifugio di Schifanoia, ritengo opportuno rispondere per rendere noto il nostro operato quotidiano.

La nostra amministrazione, già in data 19 dicembre aveva richiesto, alla competente direzione Asl del servizio veterinario igiene, sanità e benessere animale, un immediato sopralluogo al canile. Il fine era quello di verificare la conformità delle autorizzazioni rilasciate dal Comune su nulla osta igienico e sanitario della Asl.

La Asl, prontamente il 24 dicembre, rimette all’amministrazione l’esito del sopralluogo chiesto al canile in questione evidenziando che i requisiti strutturali del canile privato di Schifanoia risultano conformi alla normativa vigente. Rileva inoltre che le modalità di gestione degli animali e di approvvigionamento degli alimenti risultano adeguati, che le prescrizioni mediche, per cani affetti da patologie particolari quali leishmania o enteropatie proteico disperdenti, risultano regolarmente emesse e gestite ed infine altre verifiche con esiti positivi e conformi. Si conclude che la valutazione del benessere animale, osservata attraverso parametri suggeriti dal protocollo Shelter Quality non presenta particolari non conformità. 

Certo è che trattasi di struttura datata, ciò nonostante la Asl suggerirà miglioramenti da apportare alla struttura da parte dei proprietari-gestori. È sempre stata nostra premura ed attenzione verificare, controllare e garantire il benessere dei nostri animali, ecco perché abbiamo realizzato un “Parco Rifugio” ed ecco perché l’amministrazione verifica periodicamente i fatti, ovvero, il benessere animale e la salvaguardia del loro stato di salute con le competenti autorità veterinarie territoriali, come la richiesta di sopralluogo immediato Asl alla struttura in questione, molto prima delle segnalazioni di oggi. Tutto questo per dire che i controlli e le verifiche fanno parte non solo del nostro dovere quotidiano ma anche di una nostra sensibilità per quello che facciamo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *