La Procura della Repubblica di Terni lancia l’allarme sull’aumento dei reati in ambiente familiare

L’ultimo fatto di cronaca, le cui indagini preliminari ad opera del Comando Stazione Carabinieri di Narni sono ancora in corso di svolgimento, avente ad oggetto una donna vittima di persecuzioni, violenze e atti di danneggiamento, e che ha comportato per il responsabile la custodia cautelare in carcere, fa emergere un quadro da “codice rosso” della situazione nel Circondario di Terni riguardo tale tipo di reati.

A lanciare l’allarme è il Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Terni, dott. Alberto Liguori, il quale dinanzi al vertiginoso aumento dei casi di violenza sulle donne (dal maggio 2020 al luglio 2021 se ne registravano 43, mentre nel periodo successivo, ovvero dal luglio 2021 al 26 gennaio 2022, in appena sei mesi ne sono già  state iscritte ben 133), ha sottolineato la gravità della situazione, invitando pertanto la comunità a tener alta la guardia.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *