“Interventi Assistiti con gli Animali”: nuove date per il corso propedeutico

NewTuscia Umbria – ORVIETO – In considerazione del notevole interesse riscontrato, le iscrizioni al secondo Corso Propedeutico per tutte le figure professionali operanti negli IAA – Interventi Assistiti con gli Animali sono state prorogate al prossimo 27 febbraio.

Il corso è organizzato dalla Fondazione per il Centro Studi “Città di Orvieto” (ente accreditato presso la Regione Umbria anche per questo specifico settore formativo), in collaborazione con il CERSAG – Centro Regionale per la Salute Globale e UISP Nazionale.

Le lezioni si terranno a partire da giovedì 4 fino a venerdì 12 marzo, per un totale di 21 ore di formazione a distanza on-line su piattaforma digitale, erogata secondo le Linee Guida Nazionali in materia di IAA emanate dal Ministero della Salute.

Il Corso fornirà le nozioni di base comuni per tutte le figure professionali che compongono l’équipe multidisciplinare che opera negli Interventi Assistiti con gli Animali. In particolare, si approfondiranno tematiche relative alla comprensione delle basi della relazione uomo-animale ed alla situazione normativa nelle quali gli IAA s’inseriscono. Verranno illustrati i ruoli e le responsabilità delle diverse figure professionali alla luce delle realtà nazionali ed internazionali, sulla base delle Linee Guida Nazionali per gli IAA e si forniranno i primi elementi per procedere alla realizzazione di un progetto di IAA.

Il Corso è rivolto a chiunque voglia formarsi al lavoro negli IAA. La frequenza al Corso Propedeutico è obbligatoria per accedere ai successivi corsi per tutti coloro che, nell’ambito degli IAA, vorranno acquisire i titoli previsti.

Responsabile Scientifico del Corso è Luca Bisti, responsabile nazionale Formazione IAA Attività Equestri UISP, Tecnico della Relazione interpersonale e comunicazione in ambiente equestre per disabili, responsabile Fattoria Equestre Montepozzino. Il corpo docente è costituito, oltre che dallo stesso Bisti, da altri tre qualificati professionisti del settore: Silvana Diverio, medico veterinario, etologo, professore associato presso il Dipartimento di Medicina Veterinaria dell’Università degli Studi di Perugia, responsabile del Laboratorio di Etologia e Benessere degli Animali (LEBA) collaboranti ad IAA; Irene Passeri, psicologa e psicoterapeuta, ricercatore in ambito di valutazione dell’efficacia della terapia per mezzo del cavallo, specialista in Riabilitazione Equestre, responsabile tecnico ASD Nuovo Circolo Ippico Tuderte; Maria Celeste Pierantoni, medico specialista in Neuropsichiatria Infantile, direttore sanitario del Centro Vertumno, già docente presso l’Istituto Universitario Progetto Uomo – Università Pontificia Salesiana.

Gli interessati sono invitati a contattare la Segreteria del Centro Studi “Città di Orvieto”, inviando una mail a corsi@orvietostudi.it e/o telefonando, dal lunedì al venerdì, ore 9 – 13, ai numeri: 0763.393496 e 0763.341795.

__________________

La Fondazione per il Centro Studi “Città di Orvieto” è stata riconosciuta dalla Regione Umbria come Ente idoneo all’erogazione di corsi di formazione in materia di IAA e dato vita, quindi, già dal 2019 al primo centro autorizzato in Umbria. Uniformandosi alle indicazioni contenute nelle linee guida nazionali sugli IAA e nelle relative note del Ministero della Salute, la Fondazione si è dotata di tutti i requisiti indispensabili per l’erogazione della formazione in materia, quali la presenza di una Segreteria Scientifica, di un team di docenti qualificati e della collaborazione con strutture idonee ad accogliere gli allievi per lo svolgimento della parte pratica e del tirocinio obbligatorio nei percorsi formativi. La prima tappa del percorso di formazione è rappresentata dal “corso propedeutico”, obbligatorio per tutte le figure professionali e gli operatori che intendono intraprendere queste attività. Lo scorso 18 gennaio si è formalmente concluso con la verifica finale il Corso Base (in modalità FAD on-line) per medici veterinari esperti in comportamento animale, frequentato da 51 professionisti attivi in quasi tutte le regioni d’Italia. Alla seconda edizione del corso propedeutico seguirà l’attivazione di “corsi base” per coadiutore del cavallo, del cane e degli animali d’affezione, nonché altri corsi base per veterinari, responsabili di progetto e referenti d’intervento. In seguito, verrà attivato il “corso avanzato” che rappresenta l’ultimo grado di formazione per chiunque voglia lavorare nell’ambito degli IAA.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *