Il Sindaco Presciutti risponde alla Comunanza Agraria a fa chiarezza sulla montagna gualdese

NewTuscia Umbria – GUALDO TADINO – “Come Sindaco ho svolto una profonda riflessione sulla opportunità – in un momento di difficoltà del territorio e dei cittadini per la grave crisi pandemica tuttora dolorosamente in atto – di riscontrare un ennesimo comportamento della c.d. Comunanza Agraria A.G e della sua solerte Presidente, volto solo a un mero sensazionalismo. Con il consueto modo di fare scevro di qualsivoglia fondatezza rispetto ai fatti, agli atti e ai processi in atto sulla questione della montagna gualdese gravata da uso civico.

Ebbene alla fine quello che è emerso in tutta la sua imprescindibile nitidezza è la necessità, ancora una volta, di garantire ai cittadini gualdesi la correttezza informativa che meritano.

Ma veniamo ai fatti. La questione che occupa è una lettera a sola firma della Presidente, senza alcun supporto legale e documentale, in cui la mittente deduce propri apprezzamenti e interpretazioni, storici e amministrativi, solo esito di una sua autonoma valutazione, senza nemmeno citare l’autorizzazione dei propri associati che per legge rispondono con lei di tutte le azioni promosse. La presunta, peraltro pretestuosa e infondata cattiva gestione diffidata al Comune, contenente meri profili diffamatori per apparire sulle reti sociali, non è suffragata da altrimenti descritti elementi di fatto e di diritto.

La Presidente in sostanza fa diventare sentenze le sue lettere non curandosi di precisare come mai quanto da lei sostenuto non è stato minimamente articolato nelle difese della sua associazione dinanzi al Giudice civile invece correttamente invocato dal Comune per vagliare nel rispetto giurisdizionale del caso sin dal 2019 le proprie posizioni.

Naturalmente sempre la Presidente omette di dire che la sospensione del giudizio promosso dal Comune per sei milioni di euro è intercorsa dopo che il Comune medesimo vi ha comunque, per rispetto degli altri Giudici intervenuti, prestato il consenso.

Quello che è certo è che non può essere più tollerato un siffatto comportamento, non solo costantemente non rispettoso delle istituzioni e dei cittadini che esse effettivamente con titolo costituzionale rappresentano, ma che in dieci anni nulla ha costruito per il territorio e per il suo sviluppo. Anzi, siffatto modo di agire, fuori da qualsivoglia etica pubblica, ad oggi, con comportamenti e giudizi sostanzialmente dilatori, ha in realtà solo creato controversie, incomprensioni e dissidi bloccando investimenti di sviluppo del territorio, sottraendone il godimento del caso pure a tutti i naturali che non siano loro associati.

Si chiude con la disponibilità del Comune di Gualdo Tadino di far visionare a tutti i cittadini che lo volessero, con le forme dell’accesso civico e di visione del caso e di legge, tutti gli atti che hanno caratterizzato la questione sin dal suo insorgere e da ultimo dal dicembre 2011.

Naturalmente ci si aspetta la stessa disponibilità da parte della c.d.. Comunanza Agraria dell’A.G. nel mettere a disposizione di tutti i cittadini che vorranno tutti gli atti assunti dalla medesima, in preservazione del patrimonio in questione, bilanci, investimenti, riqualificazioni, manutenzioni, ecc. dal 2016.
Se è vera e fondata tutta la premessa di correttezza che la Presidente ama anteporre in continuo dispregio e mancanza di rispetto, invece obbligatorio per legge, del Comune, non sarà un problema esibire ai cittadini quanto in quattro anni Ella e i suoi 200 associati hanno saputo fare per la città.

Aspettiamo a fronte di mere parole, esito altrimenti, di sole congetture di parte, la disponibilità all’esibizione, quella sì espressione di senso civico, degli atti in questione”.

Il Sindaco

Dott. Massimiliano Presciutti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *