Il bilancio dell’attività della Polizia nell’ultima settimana sui treni e nelle stazioni ferroviarie di Marche, Umbria e Abruzzo

NewTuscia Umbria – TERNI – 2 arrestati, un indagato e oltre 2.300 persone controllate. 230 pattuglie impiegate in stazione e 50 a bordo di 100 treni e 2 sanzioni elevate: è questo il bilancio dell’attività, nell’ultima settimana, del Compartimento Polizia ferroviaria per le Marche, l’Umbria e l’Abruzzo.

Gli agenti della Polfer di Pescara unitamente a quelli d Bologna hanno arrestato un cittadino romeno di 59 anni, destinatario di un mandato di arresto europeo emesso dalla Romania per reati finanziari commessi nel proprio paese. L’uomo è stato fermato per un controllo a bordo di un treno a lunga percorrenza e condotto presso la casa circondariale di Vasto.

Nella stazione di Giulianova la Polizia Ferroviaria ha denunciato un cittadino italiano di 67 anni per evasione. L’uomo, controllato dagli agenti, è risultato sottoposto al regime degli arresti domiciliari nella propria abitazione, dove è stato poi ricondotto al termine degli atti di rito.

Gli agenti della Polfer di Vasto, in servizio di vigilanza ai seggi elettorali, hanno denunciato un italiano di 57 anni sorpreso a fotografare la scheda elettorale. In particolare, gli agenti sono intervenuti su richiesta del presidente del seggio che ha udito dall’interno della cabina elettorale, il tipico rumore dello scatto fotografico. L’uomo è stato denunciato per aver introdotto l’apparato cellulare nella cabina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *