Avviato il progetto LAV per la sterilizzazione dei gatti liberi senza famiglia

NewTuscia Umbria – PERUGIA – Dare un contributo per tenere sotto controllo numerico la popolazione felina dei gatti in libertà presenti nel Comune di Perugia attraverso la sterilizzazione delle colonie feline e dei gatti senza famiglia e favorirne laccudimento ottimale, sono le finalità del Progetto di LAV Perugia che ha preso il via in questi mesi con il patrocinio del Comune di Perugia, un progetto interamente finanziato dallAssociazione grazie al sostegno dei propri soci e donatori.

Lattuazione di programmi di sterilizzazione dei gatti liberi senza famiglia e di quelli che vivono in libertà sia da soli che in gruppo (es. colonie feline non ancora riconosciute dalla nostra Legge Regionale, in contrasto con quanto afferma il Ministero della Salute in base alla Legge Quadro n. 281/91), è di vitale importanza per limitare le nascite di cucciolate che andrebbero a incrementare il numero dei gatti presenti sul territorio e per garantire a tutti i gatti liberi una adeguata protezione e tutela, creando così le basi per una reciproca convivenza fra umani e non umani. dichiarano Graziella Crescentini Gori, responsabile LAV Perugia e Patrizia Matteucci responsabile progetto.

Ringraziamo il Sindaco, Andrea Romizi, e il Comune di Perugia per il patrocinio concesso al progetto e ci auguriamo che a questo importante riconoscimento concesso alla nostra attività segua una fattiva collaborazione per una sempre migliore tutela dei gatti e degli altri animali presenti sul territorio.

Questo progetto si inserisce nel quadro delle attività che da anni LAV Perugia sta portando avanti in favore delle colonie feline.

Nel 2015 è stata promossa una Petizione Popolare per il contenimento del randagismo felino sulla base della quale la Lav ha intensificato il lavoro quotidiano sul territorio per i gatti di colonia e per i gatti liberi:

La Lav gestisce, infatti, oltre 100 gatti suddivisi in 8 colonie (segnalate e con relativa tabellazione LAV, Comune, ASL), tutti i gatti sono stati sterilizzati e curati. Sono stati dati in adozione 35 gatti nel 2019 e 88 dal 2017 ad oggi, e la Lav fornisce il suo aiuto per le colonie problematiche indicate dal Servizio Veterinario della ASL.

Sempre in riferimento ai punti della Petizione S.O.S Colonie Feline, nel 2017, è stata realizzata unoasi felina adiacente il Canile sanitario nella quale vengono ospitati i gatti che, dimessi dal canile, necessitano di stallo, di cure o di adozione poiché non possono essere reimmessi sul territorio.

Con questo Progetto si vuole proporre un modello virtuoso di gestione e accudimento delle colonie feline e dei gatti liberi, a partire dalla formazione delle persone che se ne prendono cura fino favorire attivamente la collaborazione tra Istituzioni, Associazioni e cittadini, con attività di sensibilizzazione e di educazione della popolazione, anche scolastica, ad un corretto rapporto con gli animali liberi.

La problematica delle sterilizzazioni sottolinea il consigliere comunale Luca Valigi, presidente della Consulta degli animali e delegato del sindaco alla tutela degli animali – per cercare di tenere sotto controllo la popolazione felina dei tanti gatti in libertà presenti nel territorio comunale è, senza dubbio, di fondamentale importanza. Con grande piacere abbiamo deciso, come Comune di Perugia, di sostenere il progetto avviato dalla LAV per la sterilizzazione dei gatti liberi senza famiglia al fine di garantire anche a questi ultimi una adeguata protezione. Doveroso tutelare nel migliore dei modi il benessere dei nostri amici animali!.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *