Agevolazioni per gli alloggi in aree PEEP

NewTuscia Umbria – Perugia – È stato pubblicato sul sito del Comune di Perugia (allinterno della sezione Avvisi anche la relativa modulistica) lavviso pubblico relativo alle agevolazioni per la trasformazione del diritto di superficie in diritto di piena proprietà di alloggi realizzati su Aree PEEP. Tutti coloro che hanno acquisito, per 99 anni, la proprietà di superficie di immobili costruiti nelle ventisette Zone PEEP del Comune di Perugia potranno così beneficiare di una riduzione del valore del terreno fino al massimo del 50% e, quindi, del corrispettivo di trasformazione del diritto di superficie in piena proprietà (ex art 31 della L. n. 448/98).

Per poter aderire alle misure agevolative previste, le richieste di trasformazione dovranno essere presentate entro sei mesi dalla data di pubblicazione dellavviso suddetto, ovvero fino al 9 Aprile 2021.

Oltre alla riduzione dellimporto del corrispettivo di trasformazione lavviso introduce la possibilità di pagamento rateizzato in 4 rate semestrali senza interessi. Ulteriori vantaggi previsti riguardano la rimozione del vincolo del prezzo massimo di cessione a cui sono soggetti gli immobili PEEP e il fatto che le misure agevolative previste tengono conto degli importi eventualmente dovuti a titolo di conguaglio per costo area e oneri di urbanizzazione primaria, il cui obbligo si intende assolto con la trasformazione del diritto di superficie in diritto di piena proprietà.  

Informazioni e chiarimenti potranno essere richiesti presso lUfficio P.E.E.P dellUnità Operativa Acquisti e Patrimonio (Tel 075/5774430) a disposizione anche per il calcolo dei corrispettivi e per lassistenza alla compilazione delle istanze di trasformazione.

Ci tengo a far presente che ciò rappresenta unottima opportunità per i nostri concittadini che attualmente vivono e risiedono in unarea PEEP. -ha spiegato lassessore al Bilancio dellente, Cristina Bertinelli- Come Comune di Perugia, abbiamo ritenuto opportuno riservare un trattamento di vantaggio per dare un impulso decisivo alla definizione della trasformazione dei diritti di superficie in diritti di piena proprietà, anche in considerazione del lungo lasso temporale ormai trascorso dall’inizio delle operazioni ormai risalenti agli anni ’70 e ’80.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *