Il rush finale per far vincere la Corsa dei Ceri

NewTuscia Umbria – GUBBIO – Il Comune di Gubbio sta cercando di portare a casa un risvolto decisivo per quanto riguarda la Festa dei Ceri di questo anno. Sta, infatti, dando risultati positivi l’impegno del Sindaco Filippo Stirati, intenzionato a regalare una gioia meritata agli Eugubini, stanchi di dover rinunciare alla storica manifestazione che ha sempre rappresentato motivo di vanto ed orgoglio per la città tutta.
Si tratterebbe di un lavoro condiviso con tutte le rappresentanze dei Ceri e con tutto il popolo protagonista della festa. Grazie al Piano di Sicurezza che è stato studiato, si è aperta un’interlocuzione produttiva che questa mattina ha portato il sindaco di Gubbio ad un dialogo con la presidente della Regione Donatella Tesei e con i parlamentari umbri Emma Pavanelli, Fiammetta Modena, Luca Briziarelli, Walter Verini, Virginio Caparvi.

Stirati ha nuovamente insistito sul profondo significato che i Ceri costituiscono per la comunità eugubina, rimasta orfana di una grande parte dell’identità cittadina nei due difficilissimi anni trascorsi. Il Sindaco insiste sul fatto che il Piano per la Sicurezza è già pronto ed è stato condiviso con Prefetto, Questore e con la stessa presidente
Tesei. “Un iter che ci ha visti, probabilmente per primi in Italia, muoverci con assoluto tempismo, e che sono certo sarà utile alla comunità regionale nonché a quella nazionale per altri appuntamenti di folklore e spiritualità. Non a caso siamo in contatto con il sindaco di Siena e con le comunità della Rete delle grandi macchine a spalla”.

La presidente Tesei ha riconosciuto “l’interlocuzione istituzionale aperta e bene avviata:
il ritorno di questo evento – ha detto – è esigenza di tutta la Regione. Lavoreremo perché la Festa si
possa realizzare, naturalmente in sintonia con quelle che saranno tutte le eventuali indicazioni. Da
parte vostra è stata fondamentale l’interlocuzione con Prefettura, Questura e sanità: sono convinta
che con responsabilità e con il buonsenso di tutti abbiamo in mano tutti gli strumenti per vivere la
Festa dei Ceri 2022 con il massimo della sicurezza. Il desiderio del ritorno dei Ceri è grande, da
parte davvero di tutti”.
Stirati si è augurato che tutti i rappresentanti umbri al Governo diano il loro appoggio per riuscire nella risoluzione dei molti risvolti della questione, prima fra tutte la parte sanitaria; viste anche le sollecitazioni del Prefetto a tenere in considerazione le indicazioni del Comitato Tecnico Scientifico ed il quadro pandemico

L’onorevole Verini ha sottolineato l’importanza di “non mettere bandierine, né procedere a colpi di
emendamenti: occorre da parte nostra la condivisione di un percorso, gestendo insieme ogni
questione, all’insegna di una volontà comune e di un desiderio che ci unisce tutti, ossia quello di
restituire alla comunità eugubina, alla Regione Umbria e direi a tutto il Paese la Festa dei Ceri”.
Adesso il Comune e le associazioni ceraiole procederanno con lo scambio di suggerimenti
con gli organi competenti, cogliendo le accortezze sanitarie per modulare il Piano d’intervento e prevenzione proprio sulla base delle indicazioni normative relative all’andamento pandemico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *